Al grano saraceno, i bigoli bassanesi non differiscono da quelli classici solo per il colore, ma anche per la forma e la lunghezza, sono più ampi e di consistenza maggiore. L’impasto per prepararli è molto semplice: mezzo chilo di farina di grano saraceno, 2 uova, 50g di burro e 200ml di latte.

I bigoli mori, così chiamati in dialetto, vengono conditi con la tradizionale salsa veneta, a base di olio, cipolle e acciughe ( o in alternativa sardine sotto sale). Per la preparazione, si fa appassire in olio la cipolla tagliata a rondelle, si aggiunge un pizzico di cannella e zenzero per insaporire e si procede incorporando al soffritto le acciughe precedentemente pulite e sminuzzate. Si lasciare cuocere il tutto per 15/20 minuti, fino all’ottenimento di una salsa molto ristretta da aggiungere ai bigoli in fase di mantecatura.

Questo piatto di pasta tipico va servito e consumato caldo, per la sua sapidità e il gusto deciso è sconsigliato l’uso del Parmigiano.