fettuccine_m

FETTUCCINE

Uno dei formati di pasta all’uovo più amati in Italia, sono lunghe ma più strette rispetto alle tagliatelle.

Origini

Sembrano essere un’evoluzione delle lagane”, antenate delle lasagne ma anche dei formati di pasta lunga e sottile.

Cucina

Pre prepararle in casa, munitevi di farina, uova e un pizzico di sale.

Se la lunghezza è quella delle Tagliatelle, la larghezza è quella che farà la differenza: sono 3 millimetri più strette. In Abruzzo, sono uno dei formati più amati e consumati. La tradizione vuole che le fettuccine all’abruzzese siano molto semplici, condite con pancetta, Pecorino, basilico e prezzemolo. In Emilia-Romagna, invece, nella città di Modena si trovano condite con pomodoro, piselli, peperoni, pancetta, Parmigiano Reggiano e tartufo nero. Si soffrigge la cipolla nel burro, si aggiungono la pancetta a cubetti, la passata di pomodoro, i peperoni tagliati a rondelle e dell’acqua. Si lascia cuocere per circa 20 minuti e si aggiungono i piselli continuando la cottura per altri 5 minuti. Il tutto sarà unito alle fettuccine con una spolverata di Parmigiano Reggiano e qualche scaglia di tartufo nero.

Nel Lazio, sono consumate “alla romana”, con una salsa a base di pomodoro, rigaglie di pollo, grasso di prosciutto, Pecorino e funghi secchi. Una variante più semplice è quella con un classico ragù di carne.

In Veneto, sono la base della pasta e fagioli e si trovano in diverse ricette: fagioli e patate, fagioli e salsiccia, fagioli e ceci o fagioli e pancetta.

La base rimane comunque quella delle fettuccine con sugo di pomodoro e fagioli, la ricetta può essere arricchita a proprio piacimento.

E anche in Puglia, vengono condite con un sugo a base di fagioli ma con l’aggiunta di cozze fresche.

I Commenti sono chiusi