Loading

CAPRI: RAVIOLI CAPRESI

HomeBlogRicetteCAPRI: RAVIOLI CAPRESI

Tempo di preparazione

Difficoltà

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

500 g di farina 00

500 ml d’acqua

25 g di olio extravergine di oliva

Sale q.b

Per il ripieno

500 g di Caciotta di Sorrento

200 g di Parmigiano Reggiano

100 g di Pecorino

2 uova

Maggiorana (fresca) q.b

Sale q.b

Per il condimento

500 g di pomodoro San Marzano

1 spicchio d’aglio

50 g di olio extravergine di oliva

Basilico q.b

Sale q.b

Origini

I ravioli capresi sono semplici, ma per niente banali. La forma rotonda, di grosso formato, è costituita da una sfoglia senza uova. L’olio deve essere esclusivamente extravergine di oliva, meglio se locale. Il ripieno è delicato: il formaggio più utilizzato è la Caciotta Sorrentina, aromatizzata con della maggiorana.

Cucina

Un primo che spesso viene consumato anche come antipasto, dal sapore fresco e dall’aspetto colorato. Perfetto da mangiare in una calda giornata estiva, gli ingredienti esprimono tutta la solarità di queste terre.

Preparazione

In una pentola capiente portare a bollore l’acqua salata e l’olio. Setacciare la farina. Appena l’acqua bolle versare tutta la farina e mescolare immediatamente prima con una frusta e poi con un cucchiaio di legno. Trasferire il tutto sul piano lavoro e impastare per amalgamare bene, facendo attenzione all’impasto bollente. In poco tempo si otterrà un panetto liscio, elastico, con una giusta consistenza. Nel frattempo che la pasta riposa preparare la farcia: grattugiare la caciotta e mescolare con i formaggi, le due uova battute a parte, la maggiorana tritata. Preparare ora il pomodoro, far rosolare lo spicchio d’aglio in padella con l’olio, tagliare il pomodoro S. Marzano in quattro parti e aggiungerlo. Far cuocere per pochi minuti quindi salare e mettere le foglie di basilico. Togliere dal fuoco e schiacciare leggermente la salsa poi tenere da parte. Dopo il riposo riprendere la pasta, lavorarla ancora per qualche minuto, poi prendere una parte, stenderla col matterello in una sfoglia sottile di forma rettangolare con uno spessore di 2 mm. Mettere un cucchiaino di farcia abbondante, circa 30 g al centro. Sistemarli ora in una teglia con carta leggermente oleata. Cucinare i ravioli in abbondante acqua salata, per pochi minuti, il tempo che tornino a galla, raccoglierli con una schiumarola e adagiarli in padella con il sughetto al pomodoro. Farli insaporire mescolandoli delicatamente nel sughetto (a fuoco spento) e aggiungere una spolverata di parmigiano per aiutare l’amalgama, impiattare e aggiungere del basilico fresco. La pasta ripiena ha origini antiche e il raviolo è tra i formati più citati dalle fonti letterarie.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

I Commenti sono chiusi

SCHLUTZKRAPFEN

Visualizzazioni di pagina: 358 Ravioli a forma di mezzaluna dalla sfoglia molto sottile, si tratta di una pasta all’uovo tipica dell’Alto-Adige, ma...

RAVIOLI CON CAPRINO E PERE

Visualizzazioni di pagina: 206 Ingredienti per 4 persone Per la pasta:250 g farina 003 uova Per il ripieno:250 g caprino fresco2 pereGrana...

Shopping Basket