Loading

FERRARA: CAPPELLACCI DI ZUCCA

HomeBlogRicetteFERRARA: CAPPELLACCI DI ZUCCA

Tempo di preparazione

Difficoltà

Ingredienti

Chiamati anche cappellacci ferraresi o estensi, sono un formato di pasta ripiena, diffusi in tutto il Nord Italia. Composti da quadrati di pasta all’uovo tirata molto fine e farcita con un ripieno di zucca ( solitamente si utilizza la tipologia “violina”) e noce moscata. I cappellacci di zucca sono riconosciuti prodotti IGP dal 2016.

Origini

L’origine dei cappellacci risale al Rinascimento ferrarese, alla corte di Luca Alfonso II d’Este. Nel 1584 compaiono nel ricettario del cuoco di corte Giovan Battista Rossetti, come “ tortelli al burro”. Il nome cappellaccio deriva dal dialetto ferrarese “caplaz”, che indica il cappello di paglia usato dai contadini. Oltre a richiamare la tradizione agricola legata al ripieno povero, il nome sembrerebbe una forma dispregiativa del cappelletto emiliano, più fine e con una farcia più ricca. A settembre, nelle zone di Ferrara e provincia, si svolgono diverse sagre dedicate ai cappellacci, come quella di San Carlo.

Cucina

I cappellacci burro e salvia, con abbondante formaggio grattugiato, sono certamente molto conosciuti, ma si sposano anche a semplici sughi a base di salsa di pomodoro o ragù. Si possono trovare anche varianti con una crema a base di funghi, un condimento delicato che ne esalta il ripieno. La dolcezza non invasiva della zucca, peraltro, regala un abbinamento perfetto anche col pesce, come nel caso del nero di seppia.

Una ricetta

Cappellacci di zucca con burro e salvia

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

700 g di farina

6 uova

Per il ripieno

1 kg di zucca violina

300 g di Parmigiano grattugiato

1 uovo

Noce moscata q.b

Pepe q.b

Sale q.b

Per il condimento

Burro q.b

Salvia q.b

Preparazione

Sopra una spianatoia, versare la farina e creare la classica forma a fontana; nell’incavo centrale, versate le uova e iniziate a incorporare con una forchetta, impastate poi con le mani per circa 10 minuti fino a che l’impasto non risulterà essere solido e compatto. Copritelo con una pellicola e fatelo riposare per circa 1 ora. Nel frattempo, dedicatevi al ripieno. Tagliate la zucca a pezzi, pulitela da semi e filamenti e cuocetela in forno. Con l’aiuto di un cucchiaio, ricavate la parte più tenera della polpa eliminando la buccia e passandola al setaccio. In una ciotola, amalgamate la polpa della zucca con il Parmigiano, l’uovo, la noce moscata, il pepe e il sale. Riprendete la pasta, tiratela fino a ottenere una sfoglia sottile. Ricavatene dei quadrati piuttosto grandi, dentro ai quali andate a mettere una noce di ripieno. Unite gli angoli opposti di ciascun quadrato fino a ottenere un triangolo, saldate bene i lati facendo pressione con le dita. In una casseruola con acqua bollente, cuocete i cappellacci per qualche minuto, scolateli e impiattateli. Condite con una noce di burro e delle foglie di salvia fresca. Ultimate con una spolverata abbondante di Parmigiano.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

I Commenti sono chiusi

ANTONINO CANNAVACCIUOLO

Visualizzazioni di pagina: 3.812 Antonino Cannavacciuolo, chef partenopeo alla guida del Ristorante Villa Crespi ** di Orta San Giulio (NO) e del...

Shopping Basket