Loading

ALESSANDRO PANICHI

HomeBlogChefIntervisteALESSANDRO PANICHI

Originario di Sarzana, ma oramai bolognese di adozione, Alessandro Panichi è cresciuto professionalmente circondato da grandi nomi: Gualtiero Marchesi, Paolo Lopriore, Silvio Salmoiraghi… Oggi guida il ristorante Sotto l’Arco di Villa Aretusi, un affascinante angolo seicentesco alle porte di Bologna.

Qual è il tuo primo ricordo legato alla pasta?
Io sono ligure e l’odore e il sapore del pesto sono indelebili nella mia mente. Quanto l’odore della conserva di pomodoro e basilico che mamma e papà facevano in estate, in garage, e che ci bastava poi per tutto l’anno.

Cosa rappresenta la pasta nella tua cucina?
La pasta nella mia cucina – ma penso in tutte le cucine italiane – è ricordo, gusto, consistenza legata alle proprie origini. Non per niente il piatto di pasta che più mi ha colpito è “La consistenza delle paste” di Gualtiero Marchesi che, con poche forchettate di pasta al pomodoro di vari formati, fa riflettere sulle consistenze legate al formato.

Meglio lunga o corta e per quale motivo? 
Dipende proprio dal piatto e dal tipo di sensazione gustativa che vuoi comunicare, ogni formato ha il proprio valore. Mi viene da pensare al risone, che come consistenza è agli antipodi rispetto al concetto di “al dente” e, dunque, proprio per questo interessante.

All’uovo o di grano duro, per quale motivo?
Ormai da dieci anni lavoro a Bologna, regno della pasta all’uovo che è sempre presente nei miei menù.

Ripiena o no?
Ripiena… immancabilmente.

Un piatto di pasta significativo nella tua storia professionale?
Il tortellino, simbolo di Bologna, che ho interpretato mescolando i due modi consentiti di degustarlo: in brodo e alla panna. Come? Creando una spuma al sifone bianca come la panna, ma non avviluppante e contraddistinta dal sapore del brodo, ottenuto partendo da un brodo di cappone ridotto di dieci volte fino ad arrivare alla sua naturale sapidità: un’aggressività che serve a sostenere la morbidezza della panna.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi marcati con * sono obbligatori.

Shopping Basket
error: Il contenuto è protetto