Loading

GENOVA: TROFIE AL PESTO

HomeBlogRicetteGENOVA: TROFIE AL PESTO

Tempo di preparazione

Difficoltà

Ingredienti

Una delle ricette genovesi più famose in assoluto, semplicemente perfetta. Basilico, aglio, pinoli, Parmigiano Reggiano, Pecorino e olio extravergine d’oliva, questi gli unici ingredienti del pesto, che donano un’esplosione di gusto sapido e aromatico.

Origine

La ricetta del pesto, così come lo conosciamo oggi, non ha origini antichissime, risale infatti alla metà del XIX secolo. La Liguria per il clima mediterraneo e la sua orografia montuosa è rinomata per le erbe aromatiche e il basilico non fa eccezione, qui cresce una cultivar autoctona che è riconosciuta dalla comunità europea con il marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta). Le trofie tipiche della tradizione ligure, sono l’abbinamento perfetto a questo sugo gustoso.

Cucina

La ricetta più famosa è sicuramente quella delle trofie col pesto alla genovese: un condimento a base di basilico, aglio e pinoli altresì diffuso nella variante Portofino, ovvero con l’aggiunta di un sugo di pomodoro fresco. Esistono, però, abbinamenti meno tradizionali ma altrettanto appaganti: come quello con la crema di zucchine e la pancetta, dove il gusto delicato delle verdure va a contrastare con la nota più decisa del salume.

Una ricetta

Trofie al pesto di basilico genovese  

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

350 g di farina di grano duro

Sale q.b

Acqua q.b

Per il pesto

150 g di olio extra vergine di oliva

70 g di Parmigiano Reggiano DOP

50 g di foglie di basilico

30 g di Pecorino grattugiato

15 g di pinoli

1 spicchio d’aglio

Sale q.b

Procedimento

Sopra una spianatoia, disponete la farina a fontana e nell’incavo centrale versate a filo acqua bollente e un pizzico di sale. Impastate fino a ottenere un composto abbastanza sodo. Staccate dalla pasta piccoli pezzettini delle dimensioni di circa 3cm, arrotolateli sul palmo della mano fino a ottenere dei cordoncini più spessi al centro e più arrotolati sulle estremità. Continuate così fino a esaurimento impasto, lasciate riposare le trofie e dedicatevi al pesto.

La ricetta tradizionale prevede l’uso del mortaio ma per velocizzare i tempo si può utilizzare un comune mixer da cucina. Dentro al mixer aggiungete le foglie di basilico pulite (non lavatele altrimenti rischierete che si sciupino) un spicco d’aglio intero, i pinoli, il Parmigiano Reggiano grattugiato, il Pecorino e un pizzico di sale. Attivate le lame ma utilizzatele ad intermittenza, così da non far ossidare le foglie di basilico. Mentre il mixer è in funzione aggiungete un filo d’olio extravergine di oliva. Preparato il pesto, spostatelo in un tegame pulito ma non accendete il fuoco.

In una casseruola con acqua bollente fate cuocere le trofie per qualche minuto, dopodiché scolatele e conditele con il pesto. Ultimate con un filo d’olio a crudo e una spolverata di Parmigiano Reggiano DOP.

Preparazione

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

I Commenti sono chiusi

LINGUINE AL BACCALÀ

Visualizzazioni di pagina: 456 Ingredienti per 4 persone 320 g linguine250 ml passata di pomodoro50 g olive nere10 capperi dissalatiuno spicchio di...

GNOCCHI ALLA ROMANA

Visualizzazioni di pagina: 453 Ingredienti per 4 persone 1 l di latte250 g semolino100 g Pecorino Romano100 g burro2 tuorliqualche foglia di...

SARDEGNA: MALLOREDDUS

Visualizzazioni di pagina: 427 Tra le declinazioni dei malloreddus, o gnocchetti sardi, originari del Campidano, si conta una grande varietà di formati...

LINGUINE ALLE CAPESANTE

Visualizzazioni di pagina: 149 Ingredienti per 4 persone Per la pasta:250 g di farina 003 tuorliun pizzico di sale Per il condimento:4...

SIMONE BREDA

Visualizzazioni di pagina: 471 Una gavetta iniziata nel 2009 all’Albereta di Gualtiero Marchesi quella che impegna Simone Breda, classe 1985, prima di...

Shopping Basket